La nostra presenza alle fiere di settore internazionali e ai workshop specializzati, unitamente alla formazione continua curata da consulenti tecnici di primo livello, permette a Bottazzi & Vancini di garantire un approccio corretto ad ogni situazione operativa.
L’aggiornamento sistematico sulle nuove tecnologie presenti sul mercato è frutto di un costante confronto con lo staff tecnico dei nostri partner e fornitori.

L’esperienza di Bottazzi & Vancini nel settore della disinfestazione nasce con la sanificazione locali e matura fino all’ottenimento di una certificazione specifica. Dalla disinfestazione da zanzara tigre ad ogni altro agente infestante, Bottazzi & Vancini eroga servizi mirati nel rispetto della normativa vigente in termini di sicurezza pubblica ed ambientale.

ZANZARA
Come tutte le specie , le zanzare si differenziano in circa 64 famiglie, anche se nel bacino del mediterraneo sono presenti solo alcuni ceppi. Principalmente i gruppi che interessano il N territorio sono l’AEDES ( la più famosa è l’aedes albopictus o più comunemente chiamata zanzara tigre ) che agisce di giorno e la CULEX ( solitamente di colore rossastro ) che agisce alle prime luci o al tramonto. Le varie specie si differenziano non solo per le caratteristiche di azione ( giorno piuttosto che imbrunire) ma anche per alcune caratteristiche quali la volatilità , la quiescenza invernale, e le zone dove trovarle. Senza soffermarci sulle caratteristiche entomologiche, vogliamo in questa sezione dare un breve memorandum. La Aedes depone le uova su ristagni di acqua ( serbatoi, pozze d’acqua, sottovasi), la possiamo trovare principalmente all’aperto, essa si riposa sotto le foglie. La culex principalmente su ruscelli o comunque dove c’è grande quantità d’acqua, si riposa sulle pareti e può trovarsi anche al’interno di edifici.

BLATTE
Fra tutte le specie di insetti, è forse la famiglia a noi più comune, in quanto una sua sottospecie, la blattella germanica , è tipica delle case e degli appartamenti, nei quali è veicolata soprattutto attraverso le tubature idrauliche ( cucina).

FORMICHE
Si contano circa 12000 specie suddivise in più di 300 generi e numerose sottofamiglie. Fra tutte, quelle che interessano abitazioni e magazzini sono: Monomorium pharaonis ( formica faraone), iridomyrmex humilis ( formica argentina) e lasius niger ( formica nera). La formica faraone sono di piccole dimensioni e di colore variabile dal giallo ocra- al rossastro al bruno; la si può trovare all’interno di abitazioni, alberghi, ospedali, industrie alimentari, supermercati, cucine e dispense. Non si trova all’esterno perché predilige climi subtropicali. (27-30°). Per gli spostamenti possono utilizzare anche i cablaggi elettrici o telefonici. Specie onnivora che non ha preferenze alimentari ( carni, zuccheri, grassi, o larve di altri insetti). La formica argentina è di colore castano opaco, e una sua caratteristica è che forma file sui muri, piante e terreno. Predilige ambienti caldo-umidi ( industrie alimentari, abitazioni, ospedali, mense), mentre i nidi si trovano all’esterno degli stabili ( sotto le pietre, in cumuli di torba, nel terreno) o nelle fessure dei muri. Predilige sostanze proteiche (carne) e zuccherine. La formica nera è di colore bruno-grigiastro. Predilige giardini, campi ma anche abitazioni, magazzini, dispense alla ricerca di cibo. Si nutre di sostanze zuccherine e di insetti morti.

TARME
La tarma è dannosa principalmente nel suo stato larvale, in quanto in quello stadio si nutre dei parassiti presenti sulle fibre organiche dei tessuti , quali acari o quant’altro.

ALLONTANAMENTO VOLATILI
Per quanto riguarda questo problema, la metodologia e i prodotti sono vari: si passa dall’installazione di dissuasori acuminati (su cornicioni o sottotetti), all’impianto di reti elettrificate (per davanzali ma soprattutto per profili curvilinei quali statue o particolari monumentali). La cattura viene sconsigliata in quanto regolamentato da normative nazionali che ne stabiliscono criteri e modalità in genere effettuato da organi prestabiliti quali la provincia o guardie forestali. I dissuasori, metodo più economico ed ancora efficace serve ad evitare che il piccione esploratore trovi nicchie favorevoli per chiamare poi tutti gli altri.

DERATTIZZAZIONE
Esistono varie famiglie di roditori: mus musculus, rattus norvegicus. Il mus musculus o topolino di campagna , di dimensioni ridotte ( un esemplare adulto può raggiungere il 10 cm di lunghezza al max) il quale predilige ambienti caldi, quindi l’interno di abitazioni o magazzini, comunque sempre per la ricerca di cibo. Il rattus norvegicus è di dimensioni maggiori ( un esemplare adulto può raggiungere anche i 25 cm di lunghezza). Lo si trova all’esterno ed è noto come questo esemplare e portatore di patologie gravi per l’uomo. La derattizzazione viene normalmente svolta usando veleni a base di bromadiolone, un forte anticoagulante presente in varie forme, dalla graniglia avvelenata, a bustine di pasta fresca a blocchi paraffinati inseriti negli aapositi erogatori. Gli erogatori sono dotati di chiusura di sicurezza e quindi un valido rimedio se in presenza di bambini o comunque in luoghi pubblici quali i parchi.


© Copyright 2010 - Bottazzi & Vancini s.r.l. Viale dell’Industria, 51 - 36100 Vicenza - Tel 0444 560868 - Fax 0444 567604 - P.Iva 00296150246
Tutti i diritti sono riservati | Termini d'uso | Concept & web design: Red Rose